Il canile si sviluppa all’interno di un appezzamento di terreno di circa 16.063 mq, delimitato da una recinzione in cemento e rete metallica, gli edifici destinati ai servizi e quelli destinati al rifugio sanitario e per il ricovero occupano un’area di 8.963 mq circa più l’area di otto recinti (7.100 mq circa) si amalgamano magistralmente con il territorio rispettandone la continuità e divenendone addirittura parte integrante. I materiali di costruzione scelti e le caratteristiche architettoniche si rifanno esattamente alle caratteristiche della zona. Le ampie zone verdi, ricche di alberi, arbusti, cespugli e prati sono stati lasciati inalterati rispetto al paesaggio preesistente e contiguo.

Si suddivide strutturalmente e funzionalmente in tre parti, l’area dei servizi, il rifugio sanitario e il rifugio per il ricovero in modo tale che queste risultino distinte ma strettamente correlate.

Dal cancello di ingresso, percorrendo il viale di accesso, si arriva ad un comodo parcheggio, da quel punto ci si trova sulla sinistra l’area dei servizi e il rifugio sanitario, mentre sulla destra si trovano n. 14 box per il ricovero con relativi recinti di sgambamento ed area cinologica. Continuando lungo il viale a sinistra si trovano tutti i box del rifugio sanitario; alla fine di un percorso in gradevole discesa, ci si trova l’area per il rifugio ricovero.

L’architettura della zona di ricovero è stata studiata per rendere l’area strettamente inserita nel contesto ambientale, rifuggendo le sterili disposizioni a schiera e consentire nel contempo di soddisfare le esigenze etologiche rispetto all’ambiente di vita ed alla comunicazione intraspecifica e favorire l’arricchimento ambientale dello spazio. La disposizione di 15 box di questa zona è stata realizzata su una superficie pentagonale che permette accesso ai box sia dal perimetro esterno sia dall’ area centrale del pentagono stesso. Tutti i box hanno accesso ad un’area di sgambamento cani di circa 1380 mq in terra battuta piantumata con alberi di alto fusto che fungono da zona di riparo dagli agenti atmosferici e rappresenta il vero punto di arricchimento del canile. Questa è la zona cinologica dove si affacciano tutti i box e di cui ne rappresenta un naturale prolungamento ed è destinata alle attività di comunicazione e di sviluppo del rapporto intraspecifico ed extraspecifico attraverso le semplici attività di sgambamento, di socializzazione o sempre più specialistiche di addestramento, recupero dei disagi comportamentali o addirittura attività di pet-terapy. Si aggiungono altri 6 box per il ricovero, realizzati in posizione tale da essere un area completamente separata a cui arrivare alla fine del percorso lungo il viale che attraversa per tutta la lunghezza la struttura. L’area di ricovero si completa con altri 5 recinti e relative tettoie chiuse su tre lati e altri 8 box per il ricovero con relativa area di sgambamento.