Si tratta di struttura pubblica realizzato dall’Ente Parco Delle Madonie, finanziato dall’A.R.T.A. con D.D.G. n° 559 del 15/05/2003, con la formula del CANILE COMPRENSORlALE, sito in C.da “Terra dei Poveri” nel Comune di Isnello (PA).

Il canile è stato realizzato per fronteggiare le sempre più pressanti richieste di servizi riguardanti le attività inerenti il ricovero, la custodia temporanea, la cura ed il sostentamento dei cani randagi presenti nel territorio dei comuni convenzionati e si configura quindi come “Rifugio Sanitario e per il Ricovero”.

La struttura ospita i cani che sono prelevati sul territorio dei Comuni del comprensorio attraverso apposita ordinanza Sindacale.

Il cane, una volta arrivato, viene portato inizialmente nella struttura ambulatoriale – al fine di rilevare la presenza del microchip o eventuali segni di riconoscimento (tatuaggi, medagliette ecc.) ed effettuare un’accurata visita sanitaria e comportamentale oltre che una profilassi antiparassitaria – e subito dopo ricoverato nel reparto di isolamento.

Alla fine del periodo di osservazione, i cani dopo sterilizzazione e degenza post- operatoria saranno destinati in altri box aperti per l’inserimento in gruppi al fine di stimolare la socializzazione e la comunicazione intraspecifica previo esame di compatibilità caratteriale che avviene all’interno dell’area cinologica e dei recinti. Qui l’operatore sottoporrà il nuovo arrivato a semplici test caratteriali e li metterà a confronto con quelli dei cani del box identificato per il ricovero. Se l’esito sarà positivo tutti i cani contemporaneamente rientreranno nel box in modo tale da evitare elementi di territorialità dannosi alla convivenza. Se l’esito sarà negativo si procederà con lo stesso metodo ad identificare un nuovo box e nuovi compagni.

Tutti i cani potranno essere adottati previa ordinanza Sindacale di affidamento durante le ore di ricevimento che saranno dalle 11,00 alle 13,00 di tutti i giorni della settimana escluso sabato e in altri orari previo appuntamento. Durante tali orari si potranno sviluppare anche attività di educazione e rieducazione, di addestramento, di pet- therapy, ecc.