Il rifugio sanitario è costituito da una parte dell’edificio polifunzionale dove si distingue strutturalmente e funzionalmente dall’area dei servizi; ha, infatti, ingressi separati e diversificati per gli animali e gli operatori. L’area sanitaria è stata concepita per assolvere le esigenze di tutela sanitaria degli operatori e per fornire ogni cura e idonea terapia veterinaria prescritta nell’interesse degli animali ospitati, nonché per poter fronteggiare interventi di sterilizzazione, di primo soccorso e di urgenza. Essa è costituita da:

  • un ampio Ambulatorio Veterinario per le cure di primo soccorso ed eventuali interventi d’urgenza. Tale locale è arredato con tavolo medico, un armadio ed un frigo per la custodia di farmaci, lampada e tutta la attrezzatura per le esigenze del primo soccorso o delle terapie prescritte dal medico veterinario per i cani ricoverati;
  • un’ampia sala operatoria per gli interventi di sterilizzazione degli animali, arredata di: tavolo operatorio, lampada scialitica, armadio per la custodia dei farmaci, autoclave sterilizzatrice, sigillatrice, vaporizzatore ed ossigeno per anestesia gassosa;
  • una sala per la degenza post-operatoria munita di n° 5 gabbie in acciaio inox.

Il Rifugio Sanitario si completa funzionalmente con il reparto di isolamento o contumaciale per il ricovero degli animali per cui viene richiesto l’isolamento per l’osservazione e la cura individuale di patologie conclamate, per cani particolarmente aggressivi, nonché per il ricovero e l’osservazione dei cani in ingresso. I box chiusi fanno parte di un corpo isolato di mq. 24 circa posto lungo il viale posteriore dell’edificio polifunzionale che percorre la struttura per tutta la sua lunghezza ed è posizionato in modo da non dover attraversare altri spazi di ricovero, sono forniti di impianto elettrico e lampade di riscaldamento. In tale zona ai lati di un corridoio di servizio che lo attraversa completamente sono disposti 6 box (3 per lato).

Ogni box – delle dimensioni di 4 mq – è stato realizzato in pannelli coibentati chiuso sui quattro lati con pareti lisce, tali da risultare facilmente lavabili e disinfettabili ed impedire ogni forma di contatto con i box limitrofi. La copertura realizzata con profilati in acciaio e pannelli isolanti tipo coppo copre i box per tutta la loro estensione, le porte sono realizzate per metà chiuse da pannelli isolanti e per metà da rete 2 cm x 2 cm per favorire l’ingresso di aria e sole ed impedire ogni possibilità di eventuali fughe. Ognuno dei box è destinato ad ospitare 1 cane. A secondo del protocollo (10-30 giorni) i cani in ingresso rimangono in isolamento sino a 7 giorni dopo sterilizzazione, subito dopo vengono inseriti in altri box per valutare il rapporto di socializzazione con altri esemplari e destinarne il box di appartenenza.

In isolamento vanno, sino a guarigione anche quegli animali, del rifugio per il ricovero, che necessitano di cure e terapie. L’area si completa con altri 8 box e 3 recinti con relative tettoie:

  • Sei box si trovano nella parte iniziale della struttura subito dopo il corpo dei servizi. Realizzati in muratura e rete metallica hanno dimensione di 9 mq circa e complessivamente occupano una superficie di 54 mq circa, hanno le caratteristiche del box aperto con una parte chiusa su tre lati e coperta da tettoia coibentata ed una parte aperta delimitata da rete metallica e parzialmente coperta da rete ombreggiante e rete metallica per impedire eventuali fughe. L’ubicazione e le dimensioni di questi box sono state pensate al fine di permettere un controllo costante da parte degli operatori, degli animali ricoverati. Ognuno di questi box potrà ospitare sino a 2 cani.
  • Alle due estremità dei sei box si trovano due recinti con tettoie chiuse su tre lati da pannelli coibentati di colore marrone, ognuna di queste tettoie potrà ospitare sino a 10 cani di piccola e media taglia. La prima tettoia è di 24 mq circa e si prolunga con un recinto di circa 1335 mq mentre la seconda è di 26 mq circa e si prolunga con un recinto di circa 395 mq entrambi i recinti sono in terra battuta piantumata con alberi di alto fusto che fungono da zona di riparo dagli agenti atmosferici e ne rappresenta un naturale prolungamento del box ed è destinata all’attività di comunicazione e di sviluppo del rapporto intraspecifico ed extraspecifico attraverso le semplici attività di sgambamento, di socializzazione o sempre più specialistiche di addestramento, recupero dei disagi comportamentali o addirittura attività di pet-therapy.
  • Due box cuccioli, per puerpere e cani di piccola taglia, si trovano nella parte alta della struttura denominata ex voliera. E’ costituita da un area coperta di circa 45 mq recintata da rete metallica, tale area per le dimensioni e la posizione è stata realizzata per favorire le esigenze di movimento, socializzazione e sviluppo comportamentale dei cuccioli. Al servizio dei box cuccioli si trova un recinto di circa 780 mq in terra battuta piantumata con alberi di alto fusto che fungono da zona di riparo dagli agenti atmosferici e ne rappresenta un naturale prolungamento dei box ed è destinata all’attività d i comunicazione e di sviluppo del rapporto intraspecifico ed extraspecifico attraverso le semplici attività di sgambamento, di socializzazione o sempre più specialistiche di addestramento, recupero dei disaggi comportamentali o addirittura attività di pet-therapy. II recinto potrà ospitare sino a 15 cuccioli.
  • Tutte le pavimentazioni delle tettoie e dei box sanitari sono realizzati in battuto cementizio liscio e resistente con pendenze che convogliano le acque di lavaggio verso lo scarico. Tutte le defezioni dei recinti vengono raccolte giornalmente e convogliate nella concimaia. All’interno di ogni box e tettoie sono presenti ampie e comode cucce realizzate in legno e verniciate con resina epossilica bicomponente atossica in modo da poter coniugare la grande confortevolezza ed isolamento del legno alla grande capacità di resistenza ed impermeabilità della resina.

• In totale i posti complessivi di ricovero per il rifugio sanitario sono di n. 53 unità .